Skip to Main content Skip to Navigation
Book sections

The Paradox of Italian Associational Sector: Low Participation, High Innovation

Résumé : Come già ricordato, l’Italia è sempre stata caratterizzata da un livello di partecipazione associativa molto basso, soprattutto se paragonato ad altri Paesi europei. Il dato ha impressionato gli osservatori fin dalle prime ricerche (ricordiamo fra le altre quella di Gabriel Almond e Sidney Verba (1963)sulla cultura civica). In un contesto in cui l’integrazione politica era ampiamente basata su culture di partito - la cosiddetta Prima Repubblica - la maggior parte delle reti associative era collaterale ai partiti politici di massa (Biorcio, 2007: 189). Proprio per queste ragioni, per mettere a fuoco i tratti dell’associazionismo contemporaneo, dobbiamo adottare una prospettiva di medio periodo, e analizzare i cambiamenti successivi a ‘Tangentopoli’ e al crollo dei partiti di massa (...).
Complete list of metadata

https://hal-sciencespo.archives-ouvertes.fr/hal-01491429
Contributor : Spire Sciences Po Institutional Repository Connect in order to contact the contributor
Submitted on : Tuesday, March 28, 2017 - 1:27:08 PM
Last modification on : Friday, July 2, 2021 - 1:59:53 PM
Long-term archiving on: : Thursday, June 29, 2017 - 4:12:16 PM

File

biorcio-vitale-bassoli.pdf
Publisher files allowed on an open archive

Identifiers

Collections

Citation

Roberto Biorcio, Tommaso Vitale, Matteo Bassoli. The Paradox of Italian Associational Sector: Low Participation, High Innovation. Valori, partecipazione e produzione culturale nei circoli giovanili ARCI, Edizioni Franco Angeli, pp.19 - 26, 2011, 9788856838879. ⟨hal-01491429⟩

Share

Metrics

Record views

149

Files downloads

56